Villa dei Bosconi

HOTEL VILLA DEI BOSCONI · FIESOLE

Tante le possibili escursioni e passeggiate di interesse storico – artistico o naturalistico nel territorio del Fiesole. Dalla visita dell'area archeologica del Teatro Romano, delle Terme e di alcune tombe Etrusche a quella del Museo Archeologico e del Museo Bandini.
Sicuramente da non perdere il Parco di Montececeri, che offre uno straordinario insieme di natura e cultura, scrigno prezioso delle cave di pietra serena che hanno fornito materiale per i più prestigiosi manufatti architettonici di Firenze.
Il parco è visitabile attraverso percorsi adatti a tutte le età e esclusivamente su prenotazione in primavera ed autunno (800.414.240) si possono visitare alcune delle più belle ville delle colline come Villa Corsini a Maiano, Villa Le Balze, Villa al Bosco di Fontelucente, Villa Medici, Villa il Roseto, Villa il Riposo dei Vescovi, Villa la Torraccia (sede della scuola di Musica di Fiesole).
Nella stagione estiva, da Giugno a Settembre, il suggestivo anfiteatro Romano riprende vita con l'"Estate Fiesolana" il più antico festival d'Italia con opere, concerti, balletti, prosa e cinema.
Infine proprio nei pressi di Villa dei Bosconi partono dei sentieri di trekking che permettono escursioni sulle colline circostanti.

ITINERARI · VISITARE FIRENZE IN UN GIORNO

Visitare in un giorno solo tutta Firenze è impresa impossibile, perché la città dei Medici racchiude in sé numerosi gioielli dell'arte italiana, testimonianze di storia passata e vivide bellezze contemporanee.
Bisogna dunque scegliere e selezionare un determinato percorso da seguire per poter, in un giorno solo, avere una visione di insieme della culla del rinascimento italiano.
In un percorso ipotetico, per ricongiungere quasi tutti i simboli della città, partiremo da Santa Maria Novella per arrivare al Ponte Vecchio, passando per Piazza Duomo e Piazza della Signoria e soffermandoci al mercato del porcellino per acquistare un oggetto in pelle e fare una foto davanti la statua dorata del porcellino.
La Basilica di Santa Maria Novella, ad opera di Leon Battista Alberti, rivestita di stupendi marmi policromi, conserva in fondo alla navata principale il Crocifisso di Giotto. Fra le tante opere poste al suo interno ci sono la Trinità di Masaccio, Santa Lucia e donatore di David Ghirlandaio, la Resurrezione e quattro santi di Giorgio Vasari e il Crocifisso di Filippo Brunelleschi. Di mirabile bellezza la Cappella Tornabuoni, la Cappella Strozzi e la Cappella Rucellai.
In Piazza Duomo spicca trionfale la Chiesa di Santa Maria del Fiore, il Duomo fiorentino, immenso e bellissimo nella sua veste iniziata da Arnolfo Di Cambio e finita da Giotto.
La Cupola del Brunelleschi, dall'ardita forma innovativa la cui complessità dell'impresa e lo straordinario risultato ottenuto la pone come la prima grande affermazione dell'architettura rinascimentale, impreziosisce l'intera struttura.
Posto poi in una posizione inusuale ecco spiccare il Campanile di Giotto, allineato con la facciata, dalla raffinata tecnica decorativa con marmi bianchi, verdi e rossi, e il grandioso ciclo figurativo che ne adorna il basamento.
In Piazza della Signoria troneggia Palazzo Vecchio, che da sede del potere comunale diviene coi Medici il Palazzo dei Signori di Firenze. Ai piedi del Palazzo la copia del David di Michelangelo, il cui originale è conservata nella Galleria dell'Accademia.
La Loggia dei Lanzi, la statua equestre di Cosimo I e la fontana del Nettuno completano la bellezza artistica della Piazza.
Da Palazzo Vecchio, a sud del Duomo e a poche decine di metri dal Ponte Vecchio e dall'Arno, ci spostiamo, passando per la Galleria degli Uffizi, uno dei più importanti Musei al mondo.
Arrivati a Ponte Vecchio godiamo della vista del Lungarno e delle tante piccole botteghe orafe disposte lungo il Ponte.

SHOPPING A FIRENZE

Parallelamente alla passeggiata in Via De Tornabuoni, le famose boutique di moda di Firenze ed alle storiche botteghe retaggio di una tradizione artigianale secolare, nella zona circostante ci sono importanti Outlet di grandi marche come the Mall nel Valdarno o il Barberino Outlet nel Mugello.
Al The Mall troveremo da Valentino a Fendi, da Salvatore Ferragamo a Giorgio Armani, in negozi ampi e con prezzi concorrenziali. Inoltre è allestito nella struttura dell'outlet il Museo della gioielleria Unoaerre. I parcheggi sono gratuiti e posti in prossimità dei negozi.
L'Outlet di Barberino di Mugello si presenta in una forma innovativa ed originale che lo distingue dai punti vendita al dettaglio in larga scala tradizionali, concepito come un villaggio dello shopping.
La presenza di bar, ristoranti, un parco giochi, di ambienti sicuri, panchine lungo le strade e di servizi dotati di fasciatoio, indicano un'attenzione particolare alle famiglie e ai bambini di tutte le età.

VISITARE LE CITTÀ DELLA TOSCANA

Villa dei Bosconi per la sua particolare ubicazione è punto di partenza ideale per visitare le principali località della Toscana come Siena, San Gimignano, Lucca, Pisa e tutta la zona del Chianti.
Piazza dei miracoli di Pisa patrimonio dell'Umanità dell'Unesco dal 1987, cela alcuni capolavori dell'architettura romanica europea, come la cattedrale, il battistero, il camposanto, e il campanile.
Il campanile di Santa Maria: noto come "La Torre pendente" o " La Torre di Pisa è la torre campanaria del Duomo. Sotto di esso il terreno ha leggermente ceduto, facendolo inclinare di alcuni gradi. L'inclinazione si è protratta per moltissimi anni, fino ad arrestarsi dopo i lavori di restauro conclusisi nei primi del XXI secolo.
Lucca è una delle principali città d'arte d'Italia, celebre anche al di fuori dei confini nazionali soprattutto per la sua intatta cinta muraria del XV-XVII secolo, che descrive un perimetro di 4.223 m circa intorno al nucleo storico della città e ne fa uno dei 4 capoluoghi di provincia Italiani ad avere una cerchia muraria rinascimentale intatta, assieme a Ferrara, Grosseto, Bergamo.
Piazza Napoleone con la sua struttura, le sue alberature, le strade circostanti, che la cingono, il monumento centrale, tutto in simmetria al Palazzo Ducale è un esempio dell'Urbanistica Neoclassica di primo ottocento.
A Siena, colonia romana al tempo dell'Imperatore Augusto, da non perdere la Cattedrale dell'Assunta con il pulpito marmoreo di Nicola Pisano, Piazza del Campo, sede del famosissimo Palio, La chiesa di S. Agostino, di origine medievale ma ricostruita dal Vanvitelli e Il Santuario di Santa Caterina, nei pressi dell'omonima via, casa della Santa trasformata in santuario nel 1464.
San Gimignano è soprattutto famosa per le torri medievali che ancora svettano sul suo panorama, che le hanno valso il soprannome di Manhattan del medioevo. Delle 72 tra torri e case-torri, esistenti nel periodo d'oro del Comune, ne restavano venticinque nel 1580 ed oggi ne restano sedici, con altre scapitozzate intravedibili nel tessuto urbano. La più antica è la torre Rognosa, mentre la più alta è la Torre del Podestà, detta anche Torre Grossa, di 54 metri.
Parecchie anche le architetture religiose di rilevanza artistica, come la Chiesa di Sant'Agostino e la Chiesa Collegiata, il Duomo, terminata nel 1148 è considerata uno dei più prestigiosi esempi di romanico toscano.